Inclusione sociale

INCLUSIONE SOCIALE

Sperimenta in corsia



Come ogni anno SuperScienceMe rivolge un’attenzione particolare al tema dell’Inclusione sociale.

Infatti, non manca nemmeno quest’anno l’iniziativa “Sperimenta in corsia”, l’attività che ormai da ben cinque edizioni vede il coinvolgimento dei piccoli pazienti del Reparto di Pediatria dell’Ospedale l’Annunziata di Cosenza, in dimostrazioni, esperimenti scientifici e giochi didattici. Proprio, grazie al supporto di alcuni ricercatori dell’Unical, sono stati costruiti dei kit scientifici da distribuire ai bambini e ai ragazzi ricoverati nel nosocomio di Cosenza, qualche giorno prima dell’evento.


LE FOTO SI RIFERISCONO ALLE PRECEDENTI EDIZIONI DELL'EVENTO
INCLUSIONE SOCIALE

Alla ricerca
del mondo dell’integrazione



ll progetto coinvolge anche i migranti accolti in alcuni Centri polifunzionali e progetti Siproimi per adulti, famiglie e minori non accompagnati.
Le attività di SuperScienceMe non vogliono escludere proprio nessuno dal viaggio nel tempo della scienza.

Con il sostegno delle organizzazioni di accoglienza, sono stati consegnati dei “kit SuperScienceMe” di materiale promozionale e didattico ai minori stranieri non accompagnati e ai giovani adulti che parteciperanno alle attività della piattaforma online.

INCLUSIONE SOCIALE

Aria di ricerca



Infine, la collaborazione con alcuni istituti penitenziari di riferimento ha consentito di programmare diverse iniziative volte a promuovere e far conoscere il senso dell'impegno di "ricerca e didattica in carcere" delle Università. Questo nello spirito della disseminazione di una cultura sul carcere e sulla pena differente dal modello prevalente nel senso comune, all'interno della quale il diritto allo studio sia uno degli elementi di traino del cambiamento.

SuperScienceMe sostiene l’iniziativa della "Notte Europea dei Ricercatori nei Poli Universitari Penitenziari (PUP)": gli eventi Notte dei ricercatori ideati da alcuni responsabili ai PUP dei 30 Atenei italiani impegnati in attività didattiche in carcere e aderenti alla Conferenza Nazionale Poli Penitenziari presso la CRUI

INCLUSIONE SOCIALE

Il viaggio nel tempo e nella scienza in LIS
Lingua dei Segni Italiana



Quest'anno la Notte dei Ricercatori diventa ancora più inclusiva entrando anche nelle case delle persone sorde.
Tutte le attività, infatti, sono state tradotte in Lingua dei Segni Italiana (LIS) da un team di interpreti professionisti coordinate dalla Dott.ssa Teresa Colonna dell'Ente Nazionale Sordi (ENS) - Sezione Provinciale Cosenza.


Lingua dei segni

SuperScienceMe: Rendere visibili gli invisibili

0
Account