Il programma europeo di osservazione della Terra Copernicus e la rete dei Copernicus Relays: l’esperienza del progetto EU CORDINET

Il programma europeo di osservazione della Terra Copernicus e la rete dei Copernicus Relays: l’esperienza del progetto EU CORDINET

Nicola PERGOLA, Teodosio LACAVA (IMAA) – CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE

Copernicus è il programma di osservazione della Terra dell’Unione europea, dedicato a monitorare il nostro pianeta e il suo ambiente a beneficio di tutti i cittadini europei. Offre servizi di informazione basati sull’osservazione satellitare della Terra, su dati aerei e stazioni in situ (terrestri e marittime) per fornire prodotti e servizi che aiutino i fornitori di servizi, le autorità pubbliche e altre organizzazioni internazionali a migliorare la qualità della vita dei cittadini europei. I servizi di informazione forniti sono accessibili agli utenti del programma in modo aperto, libero e gratuito.

Nell’ambito della strategia spaziale per l’Europa, la Commissione europea ha istituito una rete di ambasciatori di Copernicus: i Copernicus Relays.

I Copernicus Relays agiscono come ambasciatori locali e coordinano e promuovono attività legate al programma Copernicus, evidenziandone i vantaggi e le opportunità per i residenti e le aziende. Essi sono la voce, gli occhi e le orecchie della Commissione a livello locale e regionale per garantire che le esigenze degli utenti siano integrate nel programma e che il suo utilizzo sia massimizzato a livello locale e operativo. Un gruppo di Copernicus Relays europei si è recentemente organizzato in un consorzio e sta portando avanti le attività di promozione e diffusione di Copernicus in modo coordinato e sinergico, nell’ambito del progetto EU “CORDINET”, finanziato dal programma Horizon 2020.

Questo contributo descrive brevemente il programma Copernicus, la strategia europea di promozione attraverso la rete dei Relays, e le attività ed i risultati del progetto Cordinet, al quale il CNR-IMAA (in collaborazione con il Consorzio TeRN) partecipa come unico partner italiano.

You may also like

Page 1 of 22